9 delle storie più agghiaccianti degli stalker più inquietanti della storia

  • Jack Thornton
  • 0
  • 2914
  • 497

1. Westfield Watcher

Una casa a Westfield, nel New Jersey, ha raggiunto la notorietà negli ultimi anni come una casa non solo "infestata", ma anche guardata da qualcuno con l'anonimato. La casa è stata costruita nel 1905 e ristrutturata nel 2014. Diverse famiglie hanno abitato la casa nel corso dei decenni.

La vecchia casa coloniale olandese è descritta come un sogno immobiliare, che ospita 6 camere da letto, una master suite, pavimenti in legno e numerosi camini. Derek e Maria Broaddus hanno acquistato la casa recentemente ristrutturata con grandi speranze nel 2014, senza mai aspettarsi la paura e il dramma che ne deriverebbero per un enorme $ 1,3 milioni.

Poco dopo l'acquisto, la famiglia ha iniziato a ricevere lettere agghiaccianti nella cassetta delle lettere da qualcuno che affermava di sorvegliare la casa poiché la casa era stata "oggetto della (loro) famiglia per decenni" e che erano stati "incaricati di guardare e aspettare per la sua seconda venuta. " Il primo ha chiesto: "Perché sei qui? Lo scoprirò." Ogni lettera era firmata "The Watcher". Ha affermato che suo nonno ha guardato la casa negli anni '20, suo padre negli anni '60 e che ora era il suo turno.

L'Osservatore ha affermato di tenere sempre d'occhio la casa e la famiglia, "Tutte le finestre e le porte mi permettono di guardarti e seguirti mentre ti muovi per la casa." Ha fatto riferimenti ai figli della famiglia e li ha minacciati, "e ora guardo e aspetto il giorno in cui il loro sangue giovane sarà di nuovo mio".

Le lettere si sarebbero riversate in ognuna sempre più inquietante. Uno ha chiesto se i proprietari erano "in grado di riempire la casa con il sangue giovane che avevo richiesto" e ha affermato di conoscere i nomi dei figli della famiglia, "Sono lieto di sapere i tuoi nomi ora e il nome del sangue giovane che hai portato a me." L'Osservatore affermò di chiamare un giorno i bambini per nome e di attirarli nei boschi: “Una volta che avrò saputo i loro nomi, li chiamerò e li attirerò a me. Ho chiesto ai Woods (proprietari precedenti) di portarmi sangue giovane ".

Più di una lettera insinuava che c'era qualcosa da trovare nei muri: "Hanno già trovato quello che c'è nei muri?" e "col tempo lo faranno". L'osservatore ha chiesto alla famiglia: "Hai trovato tutti i segreti che (la casa) custodisce?"

Il Broaddus in seguito ha intentato una causa civile contro i precedenti proprietari, i Woods, sostenendo che avevano anche ricevuto in precedenza una lettera e sapevano dello stalker e non hanno rivelato queste informazioni quando hanno venduto la casa, causando loro angoscia emotiva. Il caso è stato archiviato da un giudice il 18 ottobre di quest'anno.

Ad oggi, l'identità di The Watcher rimane sconosciuta. A partire da ottobre 2017, la casa è di nuovo sul mercato.

2. Tatiana Tarasoff e Prosenjit Poddar

Nel 1968, la diciottenne Tatiana Tarasoff fece amicizia con una studentessa dell'Università della California-Berkeley, Prosenjit Poddar dall'India. Dopo essersi incontrati a una lezione di danza popolare nel campus, i due si sono incontrati e sono usciti regolarmente. Hanno condiviso un bacio amichevole a una festa di Capodanno e sono usciti brevemente. Tuttavia, avevano opinioni diverse sulla serietà della loro relazione e non condividevano gli stessi sentimenti romantici. Dopo aver appreso della profondità dei suoi sentimenti verso di lei e della sua interpretazione errata della loro relazione, Tatiana lo ha respinto e ha chiarito che stava uscendo con altri uomini e non era interessata ad entrare in una relazione romantica con Poddar.

Il suo rendimento scolastico peggiorò, si trascurò personalmente e cadde in una profonda depressione e in un'ossessione più profonda per Tarasoff nei mesi successivi. La sua salute mentale continuò a scendere a spirale per tutta la primavera e l'estate del 1969. Durante questo periodo Tarasoff e Poddar si vedevano occasionalmente. Avrebbe registrato segretamente qualunque conversazione avessero avuto i due per cercare di determinare il motivo per cui lei non lo amava. Aveva tenuto un diario che dettagliava ogni interazione che aveva avuto con lei da quando si erano incontrati. In seguito avrebbe iniziato a pedinarla e cercare di farle cambiare idea. L'avrebbe chiamata incessantemente, si sarebbe presentato e stare con lei alla fermata dell'autobus, e persino fatto amicizia con suo fratello e alla fine si trasferì con lui.

Tatiana lasciò gli Stati Uniti più tardi nell'estate del 1969 per intraprendere un viaggio in Brasile. Durante questo periodo Poddar ha cercato un aiuto professionale con lo psicologo Dr. Lawrence Moore in una clinica di salute mentale del campus. Il dottor Moore si preoccupò quando Poddar espresse il desiderio e l'intenzione di uccidere Tarasoff e credeva che soffrisse di schizofrenia paranoica acuta e grave. Il medico consigliò al paziente di interrompere la comunicazione e di stare lontano da Tarasoff, e che se le minacce di morte fossero continuate avrebbe dovuto intraprendere ulteriori azioni. Poddar ha poi smesso di presentarsi al trattamento. Il dottor Moore ha scritto una lettera alla polizia del campus per informarli delle sue scoperte e avvisarli delle minacce di morte; mandò anche la raccomandazione che Poddar fosse civilmente impegnato come persona pericolosa.

È stato arrestato ma poco dopo rilasciato. La polizia ha intervistato Poddar, ha concluso che non era una minaccia né pericoloso e gli ha consigliato di stare lontano da Tarasoff. Il dottor Powelson, il supervisore psichiatrico di Moore, ha ordinato che non fosse ulteriormente detenuto.

Al suo ritorno dal Sud America in ottobre, Tatiana non è stata informata dalle autorità o dai professionisti medici di alcuna minaccia alla sua sicurezza, né dell'espressione verbale dell'intenzione e del desiderio di ucciderla di Poddar. Ha continuato il suo comportamento di stalking e il 27 ottobre 1969 Poddar ha eseguito l'omicidio che aveva descritto e confidato nelle sessioni di terapia. Si è presentato a casa di Tatiana e le ha sparato con una pistola a pallini prima di pugnalarla 14 volte.

La sua condanna per omicidio di secondo grado è stata successivamente annullata sulla base del fatto che la giuria del suo processo non era stata adeguatamente istruita. Poddar non fu ritentato e, dopo aver scontato solo 5 anni di prigione, fu rimpatriato in India.

Dopo il suo rilascio la famiglia di Tatiana ha citato in giudizio l'ospedale, il dottor Moore, il dottor Powelson e diversi dipendenti universitari affermando che gli avvertimenti sulle minacce di morte avrebbero potuto salvarle la vita. Questi eventi porterebbero a un caso della corte suprema, Tarasoff contro Regents of the University of California, in cui nel 1976 sarebbe stata presa una decisione storica che stabiliva che i professionisti della salute mentale hanno il dovere di rinunciare alla riservatezza medico-paziente e di avvertire le persone che lo stanno facendo minacciato da un paziente. Da allora 33 stati hanno adottato le leggi di Tarasoff.

3. Theresa Saldana e Arthur Richard Jackson

La starlet del cinema della fine degli anni '70 e '80, nativa di Brooklyn, Theresa Saldana, 27 anni, ha affascinato e guadagnato l'ossessione del vagabondo scozzese, il 47enne Arthur Richard Jackson, tanto che si è trasferito negli Stati Uniti "per essere vicino a lei ”nel 1982.

Era la sua fantasia, il suo sogno e il suo piano, non solo trovarla, ma anche ucciderla e morire lui stesso per esecuzione in modo che potessero essere eternamente insieme nell'aldilà..

Una volta negli Stati Uniti, Jackson ha assunto un investigatore privato per ottenere tutte le informazioni che poteva su Saldana. È stato in grado di accedere al numero di telefono privato di sua madre e ha chiamato impersonando un rappresentante di Martin Scorsese. Ha affermato di aver bisogno di contattare Theresa per discutere un possibile ruolo cinematografico. La madre di Saldana gli ha fornito il suo indirizzo di residenza e lì ha aspettato fuori l'attrice di West Hollywood. Mentre usciva di casa in pieno giorno, lui l'ha attaccata, pugnalandola 10 volte con un coltello da caccia nel torace, a pochi centimetri dalla sua vita. Si dice che lo facesse con tale furia, tale potenza, che il coltello che usava si piegò. Un fattorino, corse fuori da un condominio superando diversi spettatori, si precipitò al fianco dell'attrice e sottomise Jackson, salvandole la vita.

Jackson è stato condannato per tentato omicidio e condannato a 12 anni. Mentre era in prigione ha continuato a fare minacce contro Saldana e ha cominciato a indirizzarle anche all'uomo che l'ha salvata.

Inviando la sua lettera dopo lettera, l'attrice ha vissuto nella paura per la sua vita. Avrebbe scritto che se non fosse stato lui, aveva amici che potevano ucciderla, e che al suo rilascio le aveva promesso che l'avrebbe trovata e avrebbe finito quello che aveva iniziato. Soffriva di ansia e insonnia ed è stata persino ricoverata in ospedale per il trauma che ha subito e per le continue molestie. Jackson è stato successivamente estradato nel Regno Unito per un crimine non correlato e in seguito è morto lì nel 2004 all'età di 68 anni.

Saldana in seguito ha interpretato se stessa in un film, Vittime per vittime: la storia di Theresa Saldana, nel 1984 racconta la sua storia e scrive un libro, Oltre la sopravvivenza, descrivendo gli eventi e le sue lotte dopo il suo attacco nel 1987.

È morta all'età di 61 anni nel giugno del 2016, ma ha vissuto dopo il suo attacco dedicandosi alla lotta per la privacy e le leggi anti-stalking e sostenendo le vittime che hanno condiviso storie simili alla sua. È stata fondatrice dell'organizzazione Victims for Victims, che ha combattuto per l'istituzione di leggi anti-stalking e ha difeso i diritti delle vittime. Ha fatto pressioni per la legge anti-stalking del 1990 e in seguito ha continuato a sostenere il Driver's Privacy Protection Act .

4. Rebecca Schaeffer e Robert John Brado

Un fan impazzito di 19 anni è stato effettivamente ispirato dalle azioni di Arthur Richard Jackson quando è diventato ossessionato dall'attrice 21enne Rebecca Schaeffer. Ha assunto un investigatore privato per ottenere informazioni sull'attrice (come Jackson ha fatto con Saldana) prima di commettere un omicidio.

Il residente di Tucson, in Arizona, aveva un elaborato santuario dell'attrice a casa sua e le scrisse numerose lettere. Si è recato a Los Angeles nel 1987 e ha tentato più volte di farle visita sul set della sua sitcom, My Sister Sam. È stato respinto più di una volta dalla sicurezza mentre cercava di accedere a Rebecca.

Nel 1989, dopo aver visto un film in cui Rebecca Schaeffer era coinvolta in una scena di sesso, si arrabbiò, si arrabbiò, geloso e “deluso”. Decise che aveva bisogno di essere "punita" e la chiamò "un'altra puttana di Hollywood".

Si è recato a Los Angeles e dopo aver assunto un investigatore privato, ha ottenuto il suo indirizzo. Era semplice e facile come un semplice $ 250 per un P.I. Ronzò nell'appartamento di Rebecca. Lei ha risposto e lui le ha detto che era il suo più grande fan e le ha persino mostrato un suo autografo che aveva. Gli ha gentilmente chiesto di andarsene e di non tornare più nella sua casa privata. Poco dopo, è tornato, ha suonato di nuovo la sua porta, e questa volta quando lei ha risposto ha tirato fuori una pistola da un sacchetto di carta marrone e le ha sparato a morte al petto..

Successivamente è stato arrestato e ha confessato l'omicidio, ricevendo l'ergastolo senza possibilità di libertà condizionale. La carriera e la vita in ascesa dell'attrice sono state interrotte grazie a un altro uomo che è stato in grado e disposto a pagare per informazioni che non avrebbero mai dovuto essere accessibili a lui o a nessun altro.

Questo caso ha portato al Driver's Privacy Protection Act, per il quale anche l'attrice Theresa Saldana ha fatto pressioni. Poiché entrambi gli investigatori privati ​​avevano ottenuto il loro indirizzo tramite il DMV, è stato reso illegale per chiunque ottenere informazioni private su un individuo tramite il DMV.

5. Laura Black e Richard Farley

Questo caso di stalking si è concluso con un omicidio di massa.

Richard Farley (35), un ingegnere elettrico per Electromagnetic System Labs, Inc. a Sunnyvale, in California, divenne immediatamente ossessionato dalla 22enne Laura Black quando fu assunta nell'aprile del 1984. Secondo lui, all'inizio fu amore -vista. Le chiedeva ripetutamente di uscire, nonostante i suoi rifiuti, e le comprava continuamente regali e le scriveva lettere d'amore. Le disse che avrebbe continuato a chiederle di uscire finché non avesse accettato o fino al giorno in cui sarebbe morto.

Le lettere, i doni e le avances continuarono. Ha anche adottato l'abitudine di seguirla in macchina e presentarsi a casa sua. È stata costretta a trasferirsi più volte a causa del suo continuo stalking e molestie. È arrivato al punto di esaminare i suoi file personali con false pretese e fare amicizia con il personale di custodia per fare copie delle sue chiavi per la sua scrivania e file al lavoro.

In questi 4 anni aveva ricevuto 200 lettere da Farley. Lo stalking e il presentarsi nei luoghi che frequentava raggiunsero un punto inquietante. È andata alle risorse umane per presentare una denuncia contro Farley. Gli fu ordinato non solo di stare lontano da Laura, ma anche di partecipare a sessioni di consulenza.

L'inquietante ossessione e lo stalking non si sono fermati e ha continuato a terrorizzare Laura Black con un comportamento crescente e minaccioso. Fu licenziato da ESL nell'estate del 1986, ma il suo stalking e la sua ossessione continuarono. Nel febbraio 1988 Laura ha presentato un'ordinanza restrittiva temporanea contro Farley.

Il giorno prima che fosse fissata l'udienza, Farley è arrivato all'ESL armato di fucile, dopo aver acquistato diverse pistole e qualche migliaio di munizioni. Ha sparato alla sua prima vittima nel parcheggio ed è entrato nell'edificio sparandosi. Ha sparato a diverse persone, uccidendo 7 persone e ferendone altre, prima di arrivare all'ufficio di Laura. Dopo avergli chiuso la porta, ha sparato attraverso, sparandole alla spalla e facendole crollare uno dei polmoni. Durante una situazione di stallo di cinque ore che ha avuto con la polizia, le vittime si sono nascoste da Farley e Laura ha ripreso conoscenza ed è stata in grado di prevenire l'emorragia ed è sopravvissuta dopo essere stata salvata.

Farley è stato giudicato colpevole per sette capi d'accusa di omicidio di primo grado ed è stato condannato a morte. Mentre era in prigione scrisse a Laura un'ultima volta. Attualmente siede nel braccio della morte a San Quentin.

6. Mary Stauffer e Ming Sen Shiue

Quindi, molti di noi sono stati caldi per l'insegnante, giusto? Davvero, non è fuori dall'ordinario aver preso una cotta per un insegnante nel corso della giornata o anche per un professore caldo al college. Ma la maggior parte di noi non sono stalker sadici come Ming Sen Shiue, la cui cotta per il suo insegnante di algebra di prima media è iniziata nel 1965 e si è trasformata in un'ossessione malata che è durata oltre 15 anni..

Nel corso degli anni, Shiue ha fantasticato su Stauffer, ha scritto storie che descrivono le fantasie sessuali, che vanno dal consensuale al non consensuale, alcune delle quali dettagliano lo stupro. La sua immaginazione inquietante non era abbastanza per soddisfare le sue voglie contorte e iniziò a pedinare senza sosta Mary ea tentare di rintracciarla per la maggior parte degli anni '70. Una volta ha fatto irruzione nella casa dei suoceri, nel 1975, credendo che fosse sua, e li ha minacciati di morte se il crimine doveva essere denunciato alle autorità..

Nel 1980 seppe dove si trovava nel campus della Bethel University e iniziò a perseguitarla per mesi. Nel maggio di quell'anno la seguì in un salone dove teneva lei e sua figlia (7) sotto la minaccia di una pistola mentre se ne andavano e procedette a rapirli. Pietrificata e legata, Mary ha emesso forti rumori dall'interno del bagagliaio, Shiue ha accostato e ha attirato l'attenzione di Jason Wilkman, 6 anni. Ha gettato anche il ragazzo nel baule e lo ha picchiato a morte con un'asta di metallo in un rifugio appartato per la fauna selvatica.

Ha tenuto prigionieri madre e figlia a casa sua per quasi due mesi. Mentre era prigioniero di Shiue, Stauffer è stato ripetutamente violentato e aggredito. Shiue ha registrato e conservato molte videocassette dei suoi attacchi a Mary, in molti è legata e legata. Ha deciso di tenere spesso madre e figlia separate, chiudendo Mary in un armadio, mentre sua figlia rimaneva chiusa dentro una scatola in un furgone.

Nel luglio dello stesso anno, Mary è riuscita a scappare e chiedere aiuto mentre Shiue era al lavoro rimuovendo i perni dei cardini dalla porta dell'armadio. È stato arrestato al lavoro lo stesso giorno.

Come se non l'avesse terrorizzata abbastanza, durante il processo nel 1981, Shiue portò di nascosto un coltello in tribunale e si lanciò contro Mary dopo la sua testimonianza, tagliandole gravemente il viso e minacciando che un giorno avrebbe ucciso lei e sua figlia..

Shiue ha ricevuto 40 anni per l'omicidio di Jason Wilkman e altri 30 per il rapimento di Mary e sua figlia.

7. Laurie Show e Lisa Michelle Lambert

In genere, quando pensiamo alla parola stalking, quello che mi viene in mente è un uomo squilibrato ossessionato da una donna, che la intimidisce e la terrorizza. Nel 1991 Lisa Michelle Lambert ci ha scioccato con la sua gelosia fatale e lo stalking ossessivo della sua compagna di scuola superiore, la sedicenne Laurie Show, e ci ha fatto cambiare per sempre il modo in cui pensiamo allo stalking.

Show e Lambert sono stati amici per un breve periodo di tempo fino a quando Lambert è diventato irragionevolmente geloso di Show per aver pensato che stesse cercando il suo fidanzato, Lawrence Yunkin..

Laurie ha frequentato brevemente Yunkin durante l'estate, lui e Lambert non erano insieme, e ha concluso dopo essere stata aggredita sessualmente da lui e si è persino confidata con sua madre sull'aggressione. Yunkin e Lisa Michelle Lambert, rimasta incinta di suo figlio, sono tornate insieme poco dopo.

Show non era interessato a Yunkin e non voleva avere niente a che fare con lui dopo l'attacco, ma Lambert rimase paranoico e geloso di Laurie. Si è dedicata a perseguitarla e molestarla. Si presentava al lavoro e la aggrediva verbalmente, la scherniva con telefonate inquietanti, la minacciava apertamente in pubblico, a volte anche con minacce di morte e violenza fisica. La madre di Laurie, Hazel, ha tentato di sporgere denuncia contro Lambert, ma questo non ha fatto nulla per fermarla.

Il 21 dicembre 1991 Hazel ricevette una telefonata dal consulente scolastico che le chiedeva di venire a una riunione per discutere di Laurie. La telefonata era uno stratagemma per lasciare Laurie vulnerabile e sola, e un'imitazione di Lambert. Hazel tornò a casa e scoprì che sua figlia stava soffrendo mentre sanguinava. Riuscì a dire a sua madre il nome del suo aggressore mormorando le sue ultime parole, "È stata Michelle." Era stata pugnalata più volte e la sua gola era stata tagliata.

Michelle e la complice Tabitha Buck sono state arrestate il giorno successivo, così come Yunkin, che ha portato le ragazze a casa di Laurie quel fatidico giorno. Ha testimoniato contro le ragazze, affermando che Buck ha tagliato la gola della vittima dopo che sia lei che Michelle l'avevano pugnalata e fatto collassare uno dei suoi polmoni. Ha ricevuto una condanna minore per la sua testimonianza. Lambert e Buck sono stati entrambi condannati all'ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.

8. Randi Barber e Gary Dellapenta

Gary Dellapenta si è innamorato della giovane donna, Randi Barber, in California nel 1996. Dopo averla incontrata tramite un amico, è stato implacabile nel chiederle di uscire, inviarle regali e cercare di conquistarla. Dellapenta è arrivata fino a unirsi alla sua chiesa.

Le molestie raggiunsero un punto così inquietante che Barber, che rifiutava sempre le sue avances, andò dai funzionari della loro chiesa per dar voce alle sue preoccupazioni ed esprimere la minaccia a cui sentiva di essere esposta. Dellapenta è stato bandito dalla congregazione.

Per quasi tre anni la sua attrazione ha superato l'ossessione, mentre passava il suo tempo a perseguitare Barber e seguirla in giro.

Si è persino preso la responsabilità di inserire annunci a suo nome in varie chat room legate al sesso. Mentre la impersonava, ha descritto un feticcio per le scene di stupro e le fantasie di essere violentata da strani uomini che sono entrati nel suo appartamento. "Mi piacciono anche le fantasie sugli stupri e le gang bang", ha scritto in una delle sue prime pubblicità.

Dellapenta ha incluso l'indirizzo della donna in questi annunci. Aveva creato un falso indirizzo e-mail utilizzando il nome di Barber per il contatto con gli uomini che rispondevano all'annuncio. Ha anche fornito istruzioni su come entrare in casa sua e come disarmare il suo sistema di sicurezza. Dato che passava ancora il suo tempo a perseguitare Randi, avrebbe fornito dettagli sul suo programma e sui piani sociali.

Randi Barber ha ricevuto numerose telefonate sconvolgenti e oscene riguardo a queste pubblicità, molte con sporche sollecitazioni. Almeno 6 uomini si sono presentati nella sua casa privata per un periodo di cinque mesi affermando di essere lì per soddisfare la sua fantasia. Alla fine è ricorsa a mettere appunti sulla sua porta dicendo che le pubblicità erano false per allontanare gli uomini. Dellapenta è arrivato al punto di mettere un disclaimer sugli annunci che ha pubblicato affermando che le note erano in realtà false e tutte parte della fantasia.

Dopo aver consegnato il nome e il sospetto di Dellapenta alle autorità, non passò molto tempo prima che la sua identità fosse confermata tramite mandati di perquisizione alle società Internet. È stato verificato non solo che tutte le e-mail provenivano dal computer di Dellapenta dopo aver attraversato il suo disco rigido.

È stato arrestato con l'accusa di cyberstalking, una legge entrata in vigore appena tre settimane prima, e condannato a 6 anni di carcere. Nel 1999 è diventato la prima persona ad essere accusata in base a questo nuovo statuto.

9. Maria Marchese

Una donna dovrebbe essere sempre ascoltata, sempre vista e sempre creduta dopo aver subito qualsiasi tipo di violenza sessuale. Calpestando e contaminando le storie di, e mancando di rispetto a stupri e vittime di aggressioni sessuali, Maria Marchese (45) ha gridato falsamente allo stupro mentre si imbarcava in una campagna di terrore di quattro anni contro lo psichiatra Dr..

Marchese si è infatuato del medico dopo averlo incontrato nel 2001 mentre curava la sua allora partner. Poco dopo ha ottenuto il suo numero di cellulare, i suoi numeri di casa e di lavoro. Iniziò a perseguitarlo, chiamandolo, scrivendogli lettere e mandandogli messaggi. Avrebbe confessato il suo "amore eterno" per lui e avrebbe affermato che erano nati l'uno per l'altro e destinati a stare insieme.

Convinta che Debra Pemberton, la fidanzata di Falkowski, stesse cercando di mettersi tra di loro e rovinare la loro felicità, iniziò a terrorizzarla. Predicava la coppia attraverso messaggi, e-mail e telefonate e li spiava. Molti includevano minacce di morte a Pemberton e talvolta allo stesso Falkowski.

Il loro matrimonio fu persino annullato nel 2003 dopo che lei minacciò di bruciare Pemberton nel suo abito da sposa e suggerì che sarebbe morta mentre scriveva in un messaggio, "un uomo armato è stato pagato".

È entrata più volte nella casa del dottore, una volta tentando di provocare un'esplosione aprendo tutti i rubinetti del gas. Le molestie erano così inquietanti e così sconvolgenti che Pemberton ebbe un esaurimento nervoso e cadde in una profonda depressione, ponendo poi fine alla sua relazione con Falkowski..

Marchese ha accusato il dottore di stupro nel 2004, dopo aver rubato un preservativo dalla sua spazzatura durante una delle sue effrazioni e aver versato il suo sperma sulle sue mutandine. Falkowski visse sospettato per oltre un anno, fino a quando non furono ottenute le prove per riabilitare il suo nome, cinque giorni prima che dovesse comparire in tribunale. Tracce del DNA della sua nuova ragazza sono state trovate nel campione e hanno contribuito a dimostrare che era stato incastrato da Marchese.

Marchese era riuscito a rompere il fidanzamento tra Pemberton e Falkowski, a danneggiare il suo nome e la reputazione, ostacolando la sua carriera, ma dopo 18 mesi il suo nome fu finalmente cancellato. E nel gennaio del 2007, Maria Marchese è stata condannata a 9 anni di carcere per il terrore che ha scatenato su Falkowski e Pemberton in tutti quegli anni..




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti