9 volte quando meno è meglio

  • William Boyd
  • 0
  • 2541
  • 763

"Potresti fare seri danni al tuo cervello", mi ha detto il mio figlio di 14 anni. È la mia nutrizionista.

Ho provato un digiuno di tre giorni. Ho bevuto solo acqua e non avevo cibo né altro.

Il primo giorno avevo fame ma di notte guardavo la TV per distrarmi e poi mi sono addormentato presto.

Addormentarsi è un ottimo modo per digiunare. Quando mi sono svegliato non mangiavo da 36 ore. Poi ho provato a passare il resto della giornata. Questo è stato ieri.

Verso mezzogiorno ho avuto problemi a stare in piedi. Quando stavo in piedi vedevo luci gialle ovunque. Le luci gialle, in una situazione di traffico, significano che le cose stanno per cambiare. Significa che potresti dover FERMARTI presto.

A volte il giallo era così brillante che cadevo contro un muro e tenevo duro. Poi scivolerei giù.

Avevo letto che fare un digiuno di tre giorni è perfetto. Che forse potresti ottenere lucidità mentale eliminando tutte le tossine.

Forse è vero. Ma a 46 ore è successa la cosa peggiore di tutte.

Ho effettuato l'accesso al computer, in particolare al luogo in cui gioco a scacchi online.

Ho perso circa 20 partite di fila per la prima volta nella mia vita. Ho deciso che avevo bisogno di mangiare.

Ho mangiato il salmone. Ho mangiato l'avocado. Ho mangiato delle noci. Finito velocemente.

L'ho provato. È stato un esperimento. Ha funzionato? Non ha funzionato? Non lo so. Era qualcosa che ho appena provato. Se non provi le cose, non hai esperienze.

Pensare alle cose non è esperienza. Fare le cose è esperienza.

Circa dieci mesi fa ho buttato via tutte le mie cose. Ho rinunciato agli appartamenti che affittavo. Qualcuno è andato lì e ha buttato via tutto.

Ho rinunciato al diploma, ai miei libri, ai miei piatti, ai miei letti, alle mie lenzuola, alle mie scrivanie. La mia collezione di fumetti di 40 anni, i miei computer, i miei film animati raccolti dalla serie televisiva degli anni '70 "I Dream of Jeannie".

Ho rinunciato al mio disegno originale dei sette nani dall'animatore di "Biancaneve ei sette nani". Ho buttato via il mio diploma.

"Ma hai lavorato così duramente per questo", mi ha detto il mio amico.

"Ho lavorato molto di più per altre cose", ho detto. Abbandonalo.

Ho rinunciato a tutto ciò che il priore James poteva dire: "Questo è mio". Mi sono rimasti due abiti. Un computer. Un telefono. Ho disattivato tutte le e-mail dal mio telefono e ho eliminato tutte le app tranne Kindle.

Non ero minimalista. Semplicemente non volevo più quelle cose. Volevo essere di nuovo come un neonato.

C'è un bestseller sul "mettere in ordine" che dice: "tieni ogni oggetto vicino al tuo cuore e tieni le cose che ami e butta via le cose che non ami più".

Questa è un'idea stupida. Perché ci sono oggetti che ami e altri oggetti che non ami? Sono solo oggetti.

Mi sono sbarazzato di tutto.

Ma poi ho scoperto che avevo molte più cose a cui rinunciare.

Qualcuno mi ha insultato. Mi sono arrabbiato con lui. Adesso dovevo rinunciare alla rabbia.

Un'altra persona di cui avevo brutti ricordi che veniva fuori quasi ogni mattina.

Ho dovuto rinunciare a quei brutti ricordi. Un'altra volta stavo pensando ai soldi. Quanti soldi guadagnerò nella mia vita? Me lo chiedo sotto la doccia.

Ho dovuto smettere di pensare ai soldi. Potrei morire domani. E poi cosa? E preoccuparmi dei soldi non mi ha mai fatto guadagnare.

La domanda più comune che le persone mi hanno fatto dopo aver buttato via tutto era: "Ti senti più libero ora?"

Voglio dire "Sì". Sì, il peso degli oggetti non mi incatena più alla Terra.

Ma non è vero. Non mi sentivo più libero. Non avevo effetti personali o un posto dove vivere.

Non avevo più la mia bambola Dr. McCoy seduta accanto al mio computer. Non avevo più la mia tavola Go intagliata a mano. O lo schizzo originale usato per presentare il fumetto degli anni '60, "Underdog".

Non avevo più un indirizzo.

Ma nessuna di queste cose stava liberando. Ma è stato un punto di partenza. E da allora, ogni giorno cerco di essere più libero. per trovare i punti in cui meno è meglio.

10 cose in cui MENO È DI PIÙ:

1. Litigare.

Quando qualcuno vuole discutere con me, accetto. Mi ricordo di questo:

Mio padre ha avuto un ictus mentre litigava e non si è più svegliato anche se era a letto con gli occhi aperti per quasi altri due anni.

2. Investire.

Warren Buffett afferma: "La prima regola per investire è non perdere denaro". Poi dice: "La seconda regola per investire è ... non dimenticare la regola n. 1".

Il modo migliore per evitare di perdere denaro è rendersi conto che non è necessario investire. Tu ed io lavoriamo sodo per i soldi. Non darlo alle persone che cercano di truffarci ogni giorno.

Scelgo attentamente i miei punti. Investivo dentro e fuori dai mercati tutto il giorno. Sentivo battere ogni cuore. Adesso no. Adesso faccio una passeggiata e il mio cuore fa quello che vuole. Non ho bisogno di sentirlo.

3. Le persone che ami.

"Ama tutti" è un buon consiglio. Bene. Ma questo è un po 'astratto. Non è davvero pratico.

In realtà amo pochissime persone. Ho rinunciato ad amare tutti. Ci sono molte persone di cui prendersi cura.

La mia prima priorità è per i miei figli. E i miei amici che mi sono più vicini. Queste sono persone che amo e per cui farò qualsiasi cosa.

Dopodiché, sono molto curioso di tutti gli altri. È qualcuno che posso amare? Preferisco questa domanda all'affermazione "Ti amo" su persone che non conosco,

Iniziare con la curiosità è, per me, meglio che iniziare con l'amore.

4. Lavoro.

Quando riposi, ringiovanisci. Diventi più creativo. Hai altre idee. Leggi di più e impari di più e osservi sempre più tempo per incuriosirti sulle persone che potresti amare.

Queste sono tutte cose buone.

Lavoro un paio d'ore al giorno su scrittura, lettura e podcast. Ma non posso nemmeno chiamare quelle cose "lavoro" perché mi piace farle.

Mi ci sono voluti 40 anni per realizzarlo.

Una cosa che ricordo sempre: ad Anataly Karpov, che è stato campione del mondo di scacchi dal 1975 al 1984 è stato chiesto per quanto tempo ha studiato scacchi ogni giorno.

Ha detto: "AL MASSIMO, tre ore al giorno". Il resto del tempo trascorre con la famiglia, giocando a tennis o studiando lingue.

E questo è il miglior giocatore del mondo.

Perché tutti lavorano più di tre ore. Per quelli di noi che non sono i migliori al mondo, forse una o due ore al giorno sono sufficienti.

Il leone non va a caccia di cibo tutto il giorno. Si stende al sole. Chiude gli occhi. Forse sogna pianeti, amanti e oscurità.

5. Istruzione.

Io andai al college. Sono andato alla scuola di specializzazione. Ho fatto centinaia di test per dimostrare tutto quello che stavo imparando. Ho fallito gli ultimi tre di quei 100. Ed è stato escluso dall '"apprendimento".

Ora ne uso zero. Zero.

Ecco cosa devi sapere in ogni materia.

Il MASSIMO di cui hai bisogno per imparare a essere bravo nel 99% delle cose nella vita:

Matematica: probabilità di base e statistiche che puoi fare nella tua testa. Ad esempio, sappi che 1/3 di 10.000 è 3.333 (approssimativamente).

Inglese: impara a leggere. Perché in seguito ti potrebbe piacere leggere e leggere ti renderà uno scrittore migliore.

Nota che ogni volta che leggi un libro, potresti ricordarne l'1-2%. Se leggi molti libri che si sommano. Ma nessuna pressione per ricordare di più.

Storia: uno schema di due pagine della storia del pianeta. Perché tutti i libri sono di parte.

E poi più tardi vengono riscritti.

Molto più tardi nella vita potresti voler, per divertimento, esplorare questi pregiudizi e leggere libri a riguardo.

Tre buoni libri di storia che penso valga la pena leggere:

  • "Sapiens" di Yuval Noah Harari
  • "L'evoluzione di tutto" di Matt Ridley
  • "Wonderland" di Steve Johnson

Scienza: niente. Non hai nemmeno bisogno di sapere che la Terra è piatta. Se vuoi essere uno scienziato, impara di più la scienza.

A volte la scienza è divertente. Mi piace leggere la fantascienza.

Art: non lo so. Non ho mai imparato l'arte. Sto solo iniziando ad apprezzarlo ea leggerlo adesso. Ho 48 anni.

Nelle ultime settimane sono andato al The Broad Museum di LA e al Whitney di New York. Affascinante!

Quindi ora sto leggendo libri per saperne di più. Ma non ho mai imparato l'arte prima d'ora perché non mi interessava.

Se cerchi di insegnare alle persone senza interesse, non impareranno.

Ad oggi, ad ogni conferenza a cui parlo, nessuno può dirmi la data di nascita di Carlo Magno entro 500 anni.

Vai avanti, indovina adesso!

6. Cibo.

Se mangi molto, le tue cellule si infiammano e questa è la causa di ogni malattia conosciuta dall'uomo.

Questo non significa veloce (vedi sopra). I nostri antenati mangiavano a orari casuali. Non si riempivano la faccia di zuccheri trasformati 21 pasti di tre portate a settimana.

7. Paure.

Ho paura che i miei figli si facciano male. Ho paura di andare in rovina. Temo che qualunque donna con cui esco mi tradirà. Ho paura che le persone con cui lavoro mi odino.

O no.

Quando una paura ha risolto un problema per me?

Alcuni direbbero: "la paura è motivante". Non essere stupido.

Essere intelligente dovrebbe motivarmi. Non cercare di evitare l'insicurezza o la paura.

8. Sì.

Un "Sì" richiede tempo.

Se perdo $ 1000 posso sempre tornare indietro (si spera). Ma se perdo cinque minuti, non posso MAI tornare indietro.

Questo non significa mai dire "sì". Ma scopri quanti più "Yesses" hai nella vita.

Quando avrai 30 anni, forse avrai solo il tempo di fare 10-20 nuovi buoni amici nella tua vita.

Assicurati di dire "Sì" con molta attenzione ai nuovi amici. Ti rimangono solo 10 Yesses.

Lo stesso vale per libri, amori, incontri, caffè, tutto. Stessa cosa per i messaggi che invii su un telefono. Alle persone che ti incuriosiscono.

9. Elenchi.

Puoi ascoltare questo elenco. O no. Alla fine potrei ricominciare a possedere cose. Oppure potrei cambiare idea su qualsiasi cosa sopra.

Non importa.


L'UNICA COSA CHE VOGLIO DI PIÙ:

La vera gioia è contagiosa. È contagioso. È un virus.

Se fai sempre le cose che ti piacciono, le altre persone saranno entusiaste di loro, entusiaste per te, entusiaste delle idee che hai

Se vuoi avere un impatto sul futuro, porta quanta più gioia possibile al presente.

Non mi piaceva digiunare. Così ho mangiato un pesce morto e alcune piante tirate fuori dal terreno.

E poi ho vinto alcune partite a scacchi e ho guardato un po 'di TV, sono andato in bagno, ho dormito otto ore.

E il giorno dopo ho scritto questo articolo. Ho detto "Sì" a questo. A te.


Quali sono le altre cose in cui "meno è meglio?"

Forse: medicina, conversazione, corsie centrali in un supermercato, leggi sulla droga, intrighi romantici, pettegolezzi, ecc.

Forse anche le parole nell'articolo che scrivo.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti