La storia di un uomo

  • David White
  • 0
  • 5005
  • 437

Quella sera era uscito con gli amici a bere. Avendo speso gli ultimi dei suoi soldi per un daquiri alla fragola, gli rimasero due opzioni, camminare per un'ora per arrivare a casa sua o dirigersi a casa di un amico nelle vicinanze e schiantarsi su un letto o un divano di riserva. Erano le 3 del mattino e faceva freddo, indossava pantaloncini e una maglietta attillata quando bussò alla porta del suo amico. Patrick aprì la porta. Non conosceva Patrick così come conosceva gli altri ragazzi della casa, ma era già stato lì molte volte prima di farlo entrare. Patrick disse che gli altri erano ancora tutti fuori e gli mostrò un letto in cui poteva dormire.

Si è tolto i pantaloncini e si è schiantato sul letto. Più tardi si svegliò e trovò Patrick sdraiato sopra di lui nudo. Era ubriaco, ma non abbastanza ubriaco per protestare. Ha detto "No" e "Stop" e ha cercato di spingerlo via. Ma Patrick non era ubriaco ed era più forte di lui. Patrick continuò con la forza finché non ebbe finito con lui.

Dopo che Patrick se ne fu andato, rimase a letto terrorizzato e confuso. Ha aspettato un'ora prima di strisciare silenziosamente fuori dal letto. Si vestì e tornò a casa nel crepuscolo dell'alba. Parti del suo corpo erano doloranti per l'assalto e pianse silenziosamente mentre camminava.

Il giorno dopo ha confidato al suo amico John quello che gli era successo.

"Cosa ti aspettavi che accadesse?" Disse John, come se in qualche modo fosse colpa sua per lo stupro di Patrick.

"Mi aspettavo di non essere violentato dal mio amico", ha risposto, confuso sul motivo per cui John pensava che fosse colpevole.

Ha scritto una storia su quello che gli era successo e l'ha pubblicata online e molte delle risposte hanno messo in dubbio la sua scelta di vestiti. Questi erano pensieri che aveva avuto lui stesso, i suoi pantaloncini erano troppo corti? Troppo stretto? Potrebbe essere che i pantaloncini corti abbiano spinto Patrick a violentarlo?

Altri commenti relativi alla sua ubriachezza.

"Perché dovresti presentarti a casa di qualcuno mezzo nudo e ubriaco a chiedere guai."

“Avrebbe dovuto organizzarsi prima di uscire dove sarebbe rimasto. Non dovresti arrivare a casa di nessuno ubriaco e in ritardo. "

“Se una persona è così ubriaca, ci lasciamo come prede. Il mondo non è tutto farfalle e arcobaleno ".

"Presentandoti in pantaloncini corti, ubriaco, aspettandoti di restare, hai creato una situazione che ha permesso che accadesse".

Ha deciso di non denunciare lo stupro. Sapeva che se anche fosse arrivato in tribunale sarebbe stato interrogato sulla sua storia sessuale, sui suoi vestiti e sulla sua ubriachezza. Il pensiero di dover giustificare pubblicamente tutte le scelte che aveva mai fatto sulla sua vita sessuale o sui suoi vestiti o sulla decisione di bere era semplicemente troppo invasivo. Era più facile dimenticare tutto e fingere che non fosse mai successo.

Ogni tanto si chiedeva di Patrick, aveva violentato altri uomini da allora? Cercò di non lasciare che quel pensiero lo facesse sentire un codardo. Il comportamento di Patrick era responsabilità sua e di nessun altro. E un mondo progettato per proteggere gli stupratori e per incolpare e svergognare le vittime? Beh, neanche quella era colpa sua.

Questa è la vera storia della vita di quello che è successo a me. Ho cambiato il sesso del protagonista nel tentativo di trasmettere l'assurdità e il sessismo dei commenti ricevuti dal mio pezzo sullo stupro. Ho anche cambiato la parola "gonna" in "pantaloncini" in uno dei commenti sopra. Puoi leggere questi commenti qui.

L'UNICA persona con anche solo un briciolo di responsabilità per stupro è lo stupratore. Indipendentemente da ciò che qualcuno indossa, con chi la sua vittima ha fatto sesso in passato o quanto sesso ha fatto, o la sobrietà della vittima, TUTTA la responsabilità per aver scelto di violentare qualcuno è dello stupratore. Suggerire che la vittima avrebbe dovuto alterare il proprio comportamento in qualsiasi modo, per quanto lieve sia la colpa della vittima. La colpa della vittima porta la gente a non denunciare, il che porta più stupratori liberi per le strade a stuprare di nuovo.

Se pensi che una vittima di stupro si sia messa in una situazione pericolosa con le sue scelte, allora fai parte del motivo per cui ci sono così tanti stupratori in questo mondo. Che ne dici invece di concentrare la tua attenzione e il tuo giudizio sullo stupratore?




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti