La perdita di mio fratello mi ha permesso di ritrovare me stesso

  • Jack Thornton
  • 0
  • 1878
  • 425

All'inizio ero addolorato. Quando ho capito che non volevi più parlare con me, ero (ovviamente) turbato. Alcune persone vanno alla deriva lentamente, ma altre staccano la spina prima ancora che tu abbia la possibilità di riprendere fiato. Non importa quale persona tu sia, il dolore della tua assenza era ancora presente.

Mentre i giorni si trasformavano in mesi e i mesi in anni, mi chiedevo come fosse la tua vita. Mi chiedevo se avessi mai pensato a come fosse il mio.Ho considerato come sarebbe stata la mia vita se non te ne fossi andato. 

C'erano momenti in cui la mia mente si avventurava in luoghi più oscuri. Comincerei a chiedermi se ti presenteresti in ospedale se avessi avuto un incidente d'auto o se mi fossi ammalato. Anche se ho sempre scrollato via velocemente il pensiero, in fondo alla mia mente non riuscivo a combattere quella vocina che sussurrava "No".

Durante i bei momenti della mia vita e durante i momenti brutti, ho desiderato poter condividere un giorno le mie storie con voi. Mi chiedevo se sarebbe arrivato un momento in cui saremmo stati in grado di sederci e recuperare.

Ma alla fine, tutto è cambiato.

Alla fine, ho scoperto che la mia identità e la mia autostima lo facevano non derivano dall'idea che qualcuno potrebbe non volermi conoscere. Mi sono reso conto che la mia identità e autostima non erano basate sull'opinione di nessun altro tranne che sulla mia e su quella di Dio.

Vuoi sapere cos'altro ho capito?

Ho capito che va bene il fatto che tu non voglia conoscermi. Ho capito che va bene se non ti piaccio. Ho capito che ci saranno persone in questo mondo a cui non piacerò, e va bene così.

Ho anche capito che anche se potrei non piacerti e anche se potresti non volermi conoscere, mi interesserà sempre. E io sarò sempre ancora lì per te, se mai necessario.

Per anni, Pensavo che l'idea di avere un cuore gentile mi rendesse debole. Pensavo che perdonare facilmente le persone fosse una cattiva qualità, ma ho imparato ad abbracciare quella parte di me stesso. Ho scoperto che un cuore che perdona è in realtà una benedizione e sono pronto a estendere quel perdono a chiunque mi abbia mai ferito o che mi ferirà mai.

Un cuore che perdona non ti rende debole - ti rende forte. 

Dio non ci ha creati per vivere in un mondo in cui tratteniamo la nostra rabbia e amarezza. Ci ha creati per vivere in un mondo di perdono.

E ti perdono per il dolore che mi hai causato.

E se mai avrai bisogno di me, ci sono.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti