C'è qualcosa di strano nello spaventapasseri nella fattoria di mio nonno

  • Matthew Thomas
  • 0
  • 2831
  • 777

Ogni estate, quando ero più giovane, passavo un mese con mio nonno. Viveva nel nord dell'Iowa in una massiccia fattoria di mais che apparteneva a suo nonno prima di lui e a suo nonno prima di lui.

Nonno Alan era così orgoglioso del fatto che non avesse tenuto la fattoria di famiglia per così tanto tempo, ma era molto più grande dell'originale che aveva ereditato tutti quegli anni prima. Oltre al mais, coltivava patate, pomodori e zucca. Anche la frutta era abbondante; mele, pere e pesche spuntavano sempre ovunque guardassi. Mi ha dato tutte le sue ricette, che ho conservato fedelmente per tutti questi anni. Anche se devo ammetterlo, fino ad oggi le torte e la marmellata che preparo a casa non sono così buone. Giuro, avrebbe potuto far crescere il fango e sarebbe stato fantastico.

Nonno Alan era un ragazzo eccezionale; era il nonno stereotipato che tutti volevamo. Era un duro e aveva un sacco di storie da brivido da quando era nell'esercito o quando lavorava come falegname, ma era il ragazzo più gentile che avresti mai potuto sperare di incontrare. Avevamo una piccola tradizione; ogni venerdì sera andavamo a cena da Hagerty, il miglior ristorante della città.

Sai che tipo di posto intendo. Arredamento brutto, economico e pieno di tavoli traballanti sostenuti da un sottobicchiere, ma il cibo è delizioso. Immagino sia un buon segno. Forse significa che il ristorante è troppo impegnato a concentrarsi sul cibo per rimuginare sul design. Non importa cosa, io e il nonno avevamo il nostro solito; Avrei avuto offerte di pollo e patatine fritte, ovviamente un lato di senape al miele, mentre il nonno avrebbe preso una bistecca di pollo fritta e purè di patate.

In seguito, mi portava sempre alla gelateria più vicina per un cono di pasta per biscotti con gocce di cioccolato, il mio gusto preferito. Quando tornavamo indietro, passavamo al negozio di video locale per noleggiare un film.

Ah, i giorni dei noleggi video. Sembra un'epoca diversa, non è vero? Allora ero grande con la Disney; il mio preferito era Toy Story. Ma mi sono sempre piaciuti i film che sceglieva anche nonno Alan, di solito un western.

Di tanto in tanto, mi faceva l'occhiolino in modo cospiratorio e diceva: "Non dire a tua madre che ti lascio guardare questo. So dannatamente bene che voi ragazzini pazzi vedete cose che non dovreste vedere a quell'età, quindi potrei anche accettarlo e godermelo con voi ", prima di mettere su un film estremamente appropriato da farmi guardare a un bambino di 10 anni.

Sporco Harry era uno dei suoi preferiti, insieme a La connessione francese, Psicopatico, e Ponte Sul Fiume Kwai. A proposito, erano tutti fantastici. Nonna Eleanor alzava sempre gli occhi al cielo ogni volta che succedeva, ma non cercava mai di fermare il nonno. Immagino che il nonno pensasse che se avessi visto cose del genere avrebbe preferito che fossi supervisionato. Non è una cattiva filosofia, soprattutto in questo giorno ed età.

Non c'è posto più magico per un bambino della casa dei nonni. La fattoria di nonno Alan non faceva eccezione. I nonni ti amano come fanno i genitori, ma riescono a divertirsi con te tutto il tempo e non essere grandi pignoli per disciplina e regole.

Ma c'era solo una piccola cosa che non andava nella fattoria del nonno. Non mi è mai piaciuto lo spaventapasseri che teneva fuori nel campo. Quando sei un bambino, c'è sempre quell'oggetto che giuri ti sta guardando. Potrebbe essere un giocattolo, un dipinto, una maschera o anche una statua. Ma non importa cosa sia, la sensazione è sempre la stessa.

Ogni volta che lo superi, ti volti aspettandoti che ti stia guardando o ti segua. Non succede mai, ma questo non ti fa mai sentire meglio. Puoi praticamente sentire l'espressione vacua studiarti. Quindi, lo guardi ogni volta che lo vedi con la coda dell'occhio, aspettando solo di vederlo fare qualcosa.

I vestiti dello spaventapasseri avevano un aspetto antico e sporco. Una vecchia camicia di flanella logora e pantaloni neri con dei buchi. Il look era completo con un vecchio cappello grigio in cima, un fedora. Ma era la faccia che era la peggiore.

Aveva questa orribile espressione permanente sul viso. Gli occhi e il viso erano stati dipinti in modo goffo anni prima e facevano sembrare il viso deformato e maniacale. Le sottili fessure nere che aveva per gli occhi potevo sentire guardarmi maliziosamente. Ma il sorriso era senza dubbio il più inquietante. Sempre lì, così largo e sorridente. Come se stesse ridendo di te. Non importa cosa sia successo, ho evitato lo spaventapasseri il più possibile.

Quando il nonno mi portava a fare un giro sul suo trattore ed io ero nella parte posteriore del carro, o seduto sulle sue ginocchia mentre lui era al volante, lo spaventapasseri era lì. In silenzio in piedi lì, a fissare.

Mi vengono ancora i brividi a pensarci. Tutto quello che posso dire è che se il suo lavoro era spaventare le cose, sicuramente stava facendo un buon lavoro. Posso solo immaginare come si sentissero i corvi o gli animali. Ho detto a mio nonno come mi sentivo un paio di volte, e lui mi ha sempre sorriso e ha detto: “Cody figlio mio, non devi mai preoccuparti di questo. Solo una vecchia tradizione per mantenere la fattoria sicura e felice. Non permetterei mai a niente e nessuno di farti del male ”, mentre mi prendeva in braccio in un abbraccio.

Anche se mi ha sempre fatto sentire meglio, odiavo ancora quella cosa.

Anni dopo, quando ero adolescente, stavo visitando il nonno per il Ringraziamento. Come al solito è stato fantastico. Dopo cena, per un motivo o per l'altro, parlavamo di nuovo dello spaventapasseri. Non riesco a ricordare cosa lo abbia iniziato, ma immagino che il nonno fosse di umore loquace.

“So che odiavi quella cosa, Cody. Ma credimi ragazzo mio, là fuori ci sono cose di gran lunga peggiori dei corvi o degli uomini di paglia. »Un'ombra cadde sul suo viso.

"Come quale nonno?" Non ho potuto fare a meno di chiedere.

“Quando ero ragazzo, mi sedevo con mio nonno. Proprio come questo. Mi raccontava storie di uscita dall'Ovest durante i tempi della Frontiera. Il loro viaggio riguardava una marcia della morte. I pericoli che hanno affrontato; malattie, fame e attacchi dei nativi americani. Per non parlare a volte dall'interno della propria azienda. Tutti e quattro i cavalieri dell'apocalisse davvero. "

"Il cosa?"

«Qualcosa da Il buon libro, ragazzo mio. Quando sarai più grande li capirai. Il punto è che erano tempi pericolosi. Una volta che si sono stabiliti qui, le cose non erano più sicure. Allora, non c'era la polizia da chiamare, nessun 911, niente di niente. Eri solo tu e il tuo istinto contro qualunque cosa stavi affrontando. Riesci a immaginarlo? "

"No nonno, puoi?"

"Un po '," disse seriamente. “Bene, dopo la morte di mio nonno la fattoria è stata tramandata a mio padre, il tuo bisnonno. Ha sempre tenuto uno spaventapasseri nei campi e per anni la fattoria è stata prospera. Ma un anno, ha litigato con un nostro vicino a pochi chilometri di distanza, un ragazzo di nome Tom Bartlett. "

“Bartlett era il piantagrane in città, ma tutti lo sopportavano per paura. Ogni bambino era stato avvertito di non scherzare con lui e ogni adulto lo evitava il più possibile. Non ero mai sicuro del perché da bambino, ma ho fatto quello che mi è stato detto. Papà diceva sempre che Bartlett era solo geloso e si risentiva per il fatto che la sua famiglia fosse sprofondata nella povertà. Ho creduto a tutto fino a pochi giorni dopo, quando ho visto qualcosa negli occhi di mio padre ".

“Penso che questo sia il momento in cui tutti i ragazzi iniziano a vedere i propri genitori come umani e crescono un po '. Quell'istante in cui vedi un genitore triste o spaventato per qualcosa. Quella fu l'unica volta in cui vidi mio padre in quel modo. Apparentemente, il vecchio Tom aveva maledetto una tempesta, dicendo che gli abbiamo rubato la terra e che non ci apparteneva. Mio padre l'ha semplicemente ignorato. O pensavo lo avesse fatto fino a quella mattina di luglio. È stata una giornata torrida. "

“Bene, usciamo e sul nostro prato davanti c'era uno dei nostri maiali. Era morto o qualcosa del genere durante la notte. Papà è uscito per dare un'occhiata più da vicino e io ero proprio dietro di lui. Quasi subito dopo averlo visto da vicino, mi ha gridato di tornare dentro. Credimi, non ho nemmeno considerato di non ascoltarlo. Papà è subito corso dietro di me e ha afferrato la sua pistola. Poi è corso al telefono e ha chiamato alcuni dei suoi amici. Sono arrivati ​​tutti in pochi minuti e, una volta qui, si sono ammucchiati nel camion di papà e sono partiti. Non gli ho mai chiesto dove andasse perché lo sapevo ".

“Poche ore dopo papà è tornato da solo ed è andato alla stalla. La mamma era seduta nel nostro salotto a ricucire una camicia. Più come se stesse fingendo di cucire. Stava eseguendo i movimenti, ma i suoi occhi guizzavano nervosamente. "

“Poco prima del tramonto, ho sentito la porta della stalla chiudersi e ho sentito il suono di un martello che metteva una bistecca al suo posto. Guardando fuori dalla finestra, ho visto mio padre mettere su lo spaventapasseri che è là fuori fino ad oggi. Personalmente, ho pensato che fosse un po 'strano. Entrando, mio ​​padre mi abbracciò forte e mi disse che non c'era più niente di cui preoccuparsi. Da quel giorno in poi, non abbiamo più sentito una parola da nessuno, nemmeno lontanamente connesso a Bartlett. "

"Wow."

"Wow ha ragione ragazzo mio."

"E da allora hai tenuto lo spaventapasseri sul campo?" Prese una profonda immersione di caffè e respirò profondamente prima di continuare.

“Beh, l'ho tolto una volta anni fa. Mi ero dimenticato da tempo di quello che era successo tanti anni prima. Ero appena tornato dal negozio di ferramenta e si era fatto buio. Chiudendo la portiera della macchina, potevo sentire che l'aria intorno a me si era addensata. Faceva molto più freddo anche se doveva essere una calda notte di settembre. Non mi piaceva fuori. Neanche un po. A ogni passo che facevo verso casa mi sentivo come se non fossi solo. Così ho messo il culo dentro e sono rimasto lì ".

“Sono entrata e tua nonna mi ha accolto con i suoi soliti modi dolci. Non ho osato dirle una parola, ma quella notte ho continuato a vegliare. Di cosa precisamente, non avevo idea. Ma quando mi sono alzato quella mattina, sono uscito e sembrava che avessi appena sparato a un mucchio di uccelli, perché un intero stormo di loro giaceva lì morto nel campo delle zucche. Stando lì in veranda, mi sentivo come se il mio petto stesse per scoppiare. "

«Fu allora che tua nonna mi osservò casualmente dall'interno che avevo abbattuto quel vecchio sporco spaventapasseri dopo tutto questo tempo. Non aveva mai visto il campo senza di esso e tutto sembrava fuori senza di esso. Bene, come puoi immaginare, sono uscito immediatamente e ho rimesso a posto il vecchio spaventapasseri. Quella notte, tutto sembrava di nuovo normale. Ma credimi, non ho mai nemmeno pensato di spostare di nuovo quello spaventapasseri. "




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti