Questo è ciò che l'ansia sociale si sente davvero

  • David White
  • 0
  • 3015
  • 974

Quindi ti è stato diagnosticato un Disturbo d'Ansia Sociale e ti rendi presto conto di quante persone pensano che tu sia "un po 'timido" o lo stanno usando come scusa o addirittura lo stanno usando per ottenere simpatia o attenzione. Suona bene? Questo se hai anche detto a qualcuno che ce l'hai, ovviamente, perché ammettiamolo, non è una cosa facile da fare quando hai ansia sociale.

Potrebbe anche essere liquidato da alcune persone come una "cosa da adolescente" o una fase che supererai, ma sappiamo entrambi che è un sacco di merda, no??

Avere un disturbo d'ansia sociale è molto più serio che essere un po 'timidi, avere nervosismo allo stomaco o attraversare una fase adolescenziale imbarazzante. Può influire gravemente sulla tua vita quotidiana. Così tanto che potresti trovare estremamente difficile andare a scuola o al lavoro, fare amicizia e mantenere amicizie, svolgere le tipiche attività quotidiane che richiedono di essere fuori casa o in pubblico, usare il telefono, conversare, essere visto all'aperto, andare a eventi / feste, prova cose nuove ... merda, anche avere la più piccola delle responsabilità può fotterti. Può essere difficile dire alle persone come si sente veramente l'ansia sociale perché spesso è complicata e confusa noi.

Ovviamente l'ansia sociale colpisce tutti in modi diversi e qualcosa che una persona potrebbe trovare difficile potrebbe non essere la stessa per un'altra persona con ansia sociale, potremmo non essere tutti innescati allo stesso modo o avere lo stesso livello di gravità, ma una cosa è certa , se non lo trattiamo o non lo gestiamo, può impedirci di vivere correttamente le nostre vite.

L'ansia sociale è la paura debilitante che mi congela a metà di una frase, che mi fa chiudere la bocca e trasforma il mio sangue che pompa in lava bollente. Crea una storia nella mia testa per convincermi che le persone mi odiano. Un tipo particolare di lavaggio del cervello che mi fa credere di essere deriso da tutti e che non posso fare nulla giusto. È diventato così bravo a persuadermi a pensare queste cose crudeli su di me, che spesso dimentico che non sono reali.

L'ansia sociale è il mostro sotto il mio letto, che mi sveglia alle 3 del mattino e insiste affinché analizzi troppo una cosa minuscola che ho detto 13 anni fa. Normalmente mi dice di abbandonare il sonno in modo da poter riprodurre nella mia testa ogni possibile scenario che potrebbe accadere il giorno successivo, le regole sono che devo sempre pensare al peggior risultato concepibile e quindi devo presumere che solo quello può accadere e niente di buono può venire concretamente da qualsiasi cosa dica o faccio.

Mi dice di non andare a lavorare proprio come mi ha detto di non andare a scuola, mi avverte che solo brutte cose accadranno se lo faccio. A volte ascolto e rimango a casa in un bozzolo pieno di disgusto di me stesso e di colpa.

Quando provo a fare qualcosa che mi dice di non fare, sento una corda annodarmi nello stomaco così forte che potrei vomitare. La corda si solleva e si attorciglia intorno al mio petto finché il mio respiro è ristretto. Non riesco a smettere di tremare, i miei muscoli si contraggono così violentemente, mi terrorizza.

Riempendomi di terrore, il mio cuore batte ad un ritmo accelerato mentre pensieri incerti corrono nella mia mente ad alta velocità. Tutto va così veloce finché non mi rendo conto che l'ansia sociale mi sta battendo. Mi sta schiacciando la testa e penso di morire.

Di tanto in tanto spingere via le persone. Amici, relazioni. Mi convince ad evitare di vederli e mi dice che non gli piaccio molto anche se lo fanno.

Mi esaurisce in ogni modo possibile. Soprattutto quando non gli do l'attenzione che vuole. Ci vuole tutta la forza e la disciplina che ho per ignorarlo che mi attira ogni giorno. Anche quando mi dice di scappare e nascondermi dal mondo esterno. Anche quando i rumori delle persone intorno a me sono troppo travolgenti. Anche quando mi sussurra che non sono abbastanza bravo. Anche quando devo fare una telefonata e mi dice che non potrò farlo. Anche quando le cose non vanno secondo i piani e mi urla di ritirarmi.

Più ascolto l'ansia sociale, più grande è la piattaforma che offro e più uccide la mia capacità di divertirmi o sperimentare nulla.

Vince quando non esco di casa da giorni e mi tortura finché non mi sento inutile come persona. Vince quando non vedo i miei amici per settimane e quando faccio fatica ad andare a comprare il mio cibo. Vince quando non provo cose che voglio davvero fare.

Ha vinto quando ho abbandonato la scuola e quando ho lasciato il mio primo lavoro. Ha vinto quando ho passato mesi bloccati dentro, senza vedere la luce del giorno. Ha vinto quando ho cancellato i piani per andare alle feste, o fuori con gli amici e quando io fatto uscire e non mi sono divertito affatto. Ha vinto mentre guardavo i miei amici andare all'università e viaggiare per il mondo mentre io stavo a casa e mi dispiaceva per me stesso. Ha vinto quando Ho provato a porre fine alla mia vita.

L'ansia sociale è il fardello che mi porto dietro da quando ricordo. Non è solo essere un po 'timido.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti