Quando semplicemente provare è ciò che fa più male

  • William Boyd
  • 0
  • 2421
  • 631

Quello che fa più male del provare è che anche dopo aver fatto del tuo meglio, anche dopo aver permesso a te stesso di essere vulnerabile e averli lasciati entrare, anche dopo aver risposto ai loro messaggi in modo tempestivo, non hai giocato a giochi mentali e hai dimostrato che curato, non era ancora abbastanza.

Quando non ci provi, puoi trovare conforto nel fatto che non ti hanno davvero conosciuto. Ma non è così se li conosci da mesi, vero? Hanno conosciuto le tue stranezze, i tuoi film preferiti, la tua storia familiare, il fatto che ami il tè - eppure non provano ancora lo stesso per te.

Ti sei innamorato della loro attenzione quando erano in viaggio e ti hanno portato indietro pacchetti di tè dall'hotel perché si ricordavano quanto ami il tè; quando non ti sentivi bene e te lo chiedevano; quando hanno visto i tuoi film preferiti; il loro sorriso quando i tuoi occhi si incontrarono; il fatto che anche quando erano fuori per un viaggio, avevano ancora tempo per inviarti messaggi durante il giorno. Eppure niente di tutto ciò era sufficiente, tutti quei segni non erano affatto segni.

I tuoi amici ti hanno spinto a fare qualcosa, essendo coraggioso per una volta e lasciando entrare quella persona perché anche loro pensavano che questa volta avrebbe funzionato per te. "Perché dovrebbero parlare con te così spesso?", "Perché dovrebbero portarti piccoli regali dal loro viaggio?" erano le domande che riaffioravano ogni singola volta che chiedevi perché non avrebbero fatto qualcosa al riguardo se avessero provato lo stesso.

E poi hai fatto qualcosa al riguardo e i tuoi pensieri e dubbi più oscuri sono stati confermati: non gli piaci. I tuoi meccanismi di difesa erano vigili e hai scelto di non ascoltarli, ma ora che li hai abbassati, devi iniziare a ricostruire, pietra dopo pietra, finché quel muro non sarà finito. Devi imparare di nuovo come andare avanti, come non parlare con loro ogni singolo giorno, come non leggere in quelli che sembravano segni così evidenti.

La speranza e il desiderio a volte possono essere imbarazzanti. Ti vergogni di aver davvero pensato che le cose sarebbero andate bene alla fine e di quanto sei cattivo nel leggere le persone. Ti senti in colpa per aver pensato di piacergli e di averli lasciati entrare così facilmente, perché si è scoperto che non eri abbastanza bravo.

Potrebbero esserci un milione di ragioni per cui a qualcuno non piaci, ma quando vieni costantemente rifiutato, inizi a chiederti se c'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato in te come persona. Che non sei abbastanza interessante, divertente o intelligente per nessuno. Perché se ti conoscessero così bene e ancora non ti piacessi, chi lo farà?

La maggior parte delle volte potresti fidarti di meritare amore e che un giorno qualcuno vedrà il tuo valore. Ma è così difficile far entrare le persone, e quando lo fai, quello che succede è forse ma non proprio, e poi il ciclo ricomincia. 




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti