Quando il tuo stupratore ti dà la chiusura una risposta a Louis C.K.

  • Jordan Page
  • 0
  • 2662
  • 106

Ho contattato il mio stupratore l'altro giorno.

"Possiamo parlare?"

Non è la prima volta che lo raggiungo in questo modo. Due anni fa ho fatto lo stesso, tranne che questa volta era per raccontargli di una notte di tre anni prima che era troppo ubriaco per ricordare e io troppo sobrio e giovane per dimenticare.

La nostra amicizia è finita la notte in cui mi ha violentata.

C'è questo cosa dello stupro di cui nessuno parla - diventa una tua responsabilità. Allo stupro non importa se sei pronto o meno ad affrontare le conseguenze. Non gli importa che ti stia spingendo un segreto dentro, in profondità nelle caverne del tuo ventre fino a farti male. Dopo essere stata violentata, sei l'unica persona che può parlarne. Sei l'unica persona che può decidere se l'albero nel bosco ha emesso o meno alcun suono.

Per tre anni ho portato da solo il peso di quella notte. Sono una delle uniche persone che conosco che è stata in grado di parlare con il loro stupratore e fargli accettare quello che hanno fatto, il danno che hanno causato.

"Sono inorridito", mi ha detto quando ho finito di raccontare quello che era successo. “Sapevo che tra noi era successo qualcosa di orribile. Non ho mai capito la profondità o la gravità. "

"Questo è molto peggio di quanto mi sarei potuto aspettare", ha detto a un certo punto quando non avevo nemmeno raschiato la superficie della storia.

Sarò sempre grato per la chiusura del mio aggressore - qualcuno che era mio migliore amico - mi ha dato l'ultima volta che abbiamo parlato. Non sarei la persona che sono oggi senza l'ultima conversazione che ho avuto con lui. Non sarei stato in grado di guarire come avevo bisogno senza che lui si assumesse la responsabilità delle sue azioni, per avermi finalmente aiutato a sostenere il peso di ciò che ha fatto a me e alla nostra amicizia cinque anni fa.

Il recente clima politico si è innescato e rafforzato tutto in una volta. Non posso fare a meno di sentirmi come se fossi stato in disparte, confuso sulla mia posizione, sul mio diritto di parlare del mio trauma. Posso parlare di quello che è successo se ho ottenuto la chiusura? Significa che non mi è permesso identificarmi con esso? Non conosco molte ragazze che sono state in grado di ottenere la chiusura dal loro aggressore, figuriamoci persino parlare con loro. Questo mi nega l'intera equazione?

Di recente, Louis C.K. ha risposto alle accuse di diverse donne che si sono fatte avanti raccontando come le ha aggredite. Le persone - le donne - sono sconvolte dal fatto che non si sia mai scusato ufficialmente. Le parole "Mi dispiace" non sono mai apparse nell'articolo, ma le parole "vergognoso" lo hanno fatto, così come "rimpianto", "vantaggio".

Queste parole hanno più peso dell'abuso, taglia e incolla "Mi dispiace". Non mi importa delle scuse taglia e incolla. Non mi importa se ti scuserai mai. In ogni caso, non sarai mai veramente perdonato per le cose che sono successe. Possiamo andare avanti, ma non possiamo cancellare il fatto che le tue mani fossero su di noi.

Le donne che hanno parlato contro Louis C.K. (Abby, Rebecca, Dana, Julia), solo perché il loro aggressore si è assunto la responsabilità non significa che non sia successo. Il loro trauma è ancora lì. Le sue mani erano ancora su di loro. Quella pressione che si sente quando si è costretti a fare qualcosa che già sanno di non voler fare ... non se ne va mai. Sei bloccato in quella scatola di pressione per molto, molto tempo.

So che la maggior parte delle ragazze non lo capisce MAI. So quanto sono fortunato ad essere stato violentato da qualcuno che una volta mi amava molto, molto caramente (non è una cazzata che è ciò che considero fortunato?). Ma QUESTO è il modo in cui andremo avanti come paese, come comunità. Chiunque può pronunciare le parole "Mi dispiace", ma quanti di loro diranno le parole "Ti ho fatto questo e sarò il primo a riconoscerlo"?

Per favore, non dare per scontato che sto inventando scuse o dicendo a tutti che va bene stuprare fintanto che te ne prendi la responsabilità. Questi sono i piccoli passi di cui la nostra società ha bisogno per andare avanti nella giusta direzione.

Ha ascoltato e ha accettato ciò che è già stato fatto. Ha riconosciuto cosa è stato danneggiato.

Mi è ancora successo.

È solo che non voglio più tacere al riguardo.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Articoli utili sulle relazioni e sulla vita che ti cambieranno in meglio
Il principale sito web di lifestyle e cultura. Qui troverai molte informazioni utili sulle relazioni. Molte storie e idee interessanti